Home / Come fare / Come coltivare tabacco in casa: la guida completa

Come coltivare tabacco in casa: la guida completa

Coltivare tabacco a casa come fare

Spesso ci si domanda se sia possibile, o meno, coltivare il tabacco in casa. A tal proposito, quindi, si deve far riferimento alla normativa in vigore e, solo successivamente, cercare di capire come fare per poterlo coltivare nel migliore dei modi.

L’autoproduzione di tabacco rimane una materia molto dibattuta dato che, come sappiamo, sulle sigarette c’è il monopolio statale e, pertanto, siamo in un campo abbastanza delicato. In ogni caso, è possibile e legale coltivare del tabacco in casa propria, purché si rispettino i limiti della produzione per uso personale.

Questo significa che la coltivazione e il possesso sono legali entro il limite massimo di un migliaio di foglie. Inoltre, è severamente vietata la vendita e la commercializzazione del tabacco prodotto in caso. Se si trasgredisce questo diktat, si possono avere dei seri guai con la legge.

Come coltivare tabacco in casa: i consigli

Naturalmente, la prima cosa che si deve dire, oltre a quella di rispettare i limiti, è che non è semplice coltivare da sé il tabacco. Si tratta di un processo che richiede molta pazienza, dedizione nella cura della pianta e si deve attendere tutto il tempo necessario perché questa sia in grado di dare i suoi frutti.

Non è in nessun modo semplice far germinare il seme del tabacco e, pertanto, se non si ha la giusta esperienza, si consiglia di partire con dei vasetti con le piantine germinate. Se ne trovano tanti in commercio e, pertanto, è semplice reperirli. Attenzione, acquistando le piante giù germinate non viene meno il fatto che si debba avere cura di queste ultime e si debba anche avere un notevole pollice verde.

Come sottolineato non è semplice e serve tempo. Si inizia con ben due settimane in cui queste piantine vanno tenute al sole e devono essere bagnate quotidianamente: attenzione, questo è un obbligo tassativo, altrimenti si rischia di perdere tutto il lavoro fatto. Dopo due settimane, si possono trapiantare le piantine nel terreno concimato e queste vanno messa a una distanza di circa un metro e mezzo l’una dall’altra, così da permettere loro di crescere in maniera florida e senza limitazione di spazio.

Anche in questa fase le piante vanno annaffiate in maniera quotidiana ma, attenzione: no ai fertilizzanti! Quando inizieranno a spuntare i primi fiori, si dovranno subito tagliare, perché altrimenti le foglie ne risentono.

Per avere delle foglie pronte al taglio servono circa quattro mesi. Poi si passa alla fase di taglio. E qui viene il bello, perché in base  a come si procederà, si avranno dei tabacchi diversi. Ad esempio, se si tagliano le foglie in alto, il tabacco sarà dolce, se si tagliano in basso si otterrà un gusto molto più deciso. Qui entrano in gioco i gusti personali e le esigenze.

Naturalmente, non finisce qui: si deve lasciare essiccare il tutto in un luogo asciutto e non esposto ad alcun agente atmosferico. Nel momento in cui si ci rende conto che le foglie sono secche, si possono tranciare.

Perché coltivare il tabacco a casa

Assodato che si tratta di una pratica assolutamente legale, purché rimanga entro i limiti dell’uso personale, spesso ci si domanda perché si perda tutto quel tempo ad aspettare che crescano le foglie, che secchino eccetera. Naturalmente, qui la risposta è molto soggettiva ma, in linea di massima, possiamo dire che tutto ciò viene fatto perché si ama avere a propria disposizione un prodotto esclusivo e, soprattutto, creato in base al proprio gusto e alle proprie esigenze.

Come detto, in base a come si taglia la foglia si ha una diversa tipologia di risultato finale e questo rende il tutto esclusivo e molto interessante. Chi coltiva tabacco in casa, lo fa per sapere esattamente cosa sta fumando e per non fare ricorso a dei prodotti industriali che, lo sappiamo bene, non sono sempre di qualità.

Come abbiamo sottolineato, si tratta di qualcosa di complesso, ma di certo non di impossibile. Rispettando quelle che sono le regole e quelli che sono i tempi della pianta stessa, si possono ottenere dei risultati davvero unici e imperdibili.

Tabac Seeds: il kit completo per coltivare perfettamente il tabacco

Tabac Seeds è un kit ad uso domestico che ci permette di produrre tabacco direttamente e comodamente a casa propria.

Già molto amato da vari utenti, permette di avere una buona coltivazione di tabacco in pochissimi mesi. Provare per credere!

[Scopri di più su Tabac Seeds e inizia a coltivare adesso il tuo tabacco]


error: Content is protected !!