Home / Come fare / Coltivare funghi a casa: guida utile e consigli si come fare

Coltivare funghi a casa: guida utile e consigli si come fare

Come coltivare funghi a casa

Se si vuole scoprire come coltivare i funghi in casa, servono dei consigli mirati e allo stesso tempo utili, così da riuscire nell’intento di avere un ottimo prodotto fresco tutto l’anno.

Sappiamo bene che in molti sono appassionati delle lunghe passeggiate per cercare i funghi, tuttavia questa attività è strettamente connessa alla stagionalità e non può quindi essere portata avanti tutto l’anno. Pertanto, se si ama questo ingrediente, è utile sapere come fare per coltivarlo a casa.

La prima cosa da dire è che è possibile coltivare i funghi in casa, a patto che si seguano delle regole e determinati consigli.

Come coltivare i funghi a casa: i nostri consigli

Come mettere a punto una coltivazione di funghi in casa? Bisogna sapere per filo e per segno quello che serve, perché solo così si partirà col piede giusto. Pertanto, è utile sapere cosa fare e come farlo. Ma prima si deve sottolineare che questa è una attività che può regalare grandissime soddisfazioni, proprio perché i funghi sono un ingrediente amato e apprezzato.

Farli crescere, giorno dopo giorno, non è solo soddisfacente, ma permette anche di risparmiare non poco. Alcuni funghi, infatti, hanno dei costi abbastanza alti e, pertanto, avviare una produzione propria aiuta a non spendere tanto ma senza rinunciare alla bontà.

Inoltre, se i funghi vengono coltivati in casa, si può anche star sicuri su quelle che sono le sostanze utilizzate per farli crescere e, pertanto, si può avere la certezza che siano sani e che non contengano prodotti pericolosi per la nostra salute.

Tutti gli step per la coltivazione dei funghi a casa

Il primo step da compiere è quello di acquistare una cassetta o, comunque, un contenitore adatto. Se ne trovano tanti oggi come oggi, sia nei negozi fisici che online e ce ne sono di diversi per ogni tipologia di fungo e di coltivazione.

Tuttavia, si deve sottolineare che sono idonee anche le cassette in legno chiuse internamente, come quelle della frutta per intenderci. Se non si hanno queste a propria disposizione, si può anche optare per dei contenitori in plastica rigida. Dopo aver trovato il contenitore giusto, lo si deve rivestire sul fondo con un telo di plastica resistente e possibilmente scura. Bisogna fare molta attenzione a fissarlo bene, così che questo non si sposti facilmente.

Lo step successivo è quello di riempire la cassetta con del letame maturo, che ha una consistenza simile a quella del terriccio ma che favorisce la crescita dei funghi. Attenzione a non utilizzare letame fresco, perché la fermentazione dello stesso potrebbe danneggiare i funghi e potrebbe provocare cattivi odori.

Dopo va aggiunto anche il terriccio. Si può scegliere quello da giardinaggio, ma non deve essere mai troppo acido.  Inoltre si consiglia di sterilizzarlo prima dell’utilizzo, con un passaggio in forno caldo o con getto di vapore caldo. Questo passaggio serve ad annientare le spore. Prima di inserire il terriccio, lo si deve mescolare al letame e poi si deve inserire nella cassetta. Si dovranno anche aggiungere foglie secche o paglia per rendere il tutto più soffice.

Attenzione, la cassetta va riempita sino a circa 5 centimetri dal bordo e non di più. Inoltre, si deve prima lasciare riposare il tutto per due settimane per poi dare il via alla coltivazione casalinga di funghi.

Servono anche una serpentina per riscaldare gli ambienti. Ce ne sono diverse proprio per i terrari e hanno una potenza di circa 15 watt. Serve un termostato per controllare la temperatura e serve un timer che sia in grado di regolare le temperature.
Ogni fungo ha le sue regole e deve essere coltivato in una determinata maniera. Pertanto, dopo aver preparato tutto l’ambiente ideale per la crescita, si devono apprendere le regole per la coltivazione della specie in questione. Sicuramente i più diffusi sono i funghi champignon, che sono anche quelli che si consiglia di iniziare a coltivare se si è alle prime armi. Con questa specie si può riuscire ad acquisire un po’ di esperienza per poi iniziare a coltivare anche altre tipologie di fungo.

Seguendo tutte le dritte e i consigli utili, si potranno avere delle coltivazioni di funghi in casa che daranno dei risultati sorprendenti, anche in termini di quantità. Una vera chicca per chi ama i funghi e il fai da te: provare per credere!

Spora Pleurotus, il kit per coltivare i funghi direttamente a casa propria

Se sei alla ricerca di un kit per coltivare degli ottimi funghi in casa senza spendere necessariamente un patrimonio per attrezzatura care, complesse e che risultano spesso difficili da utilizzare, Spora Pleurotus fa decisamente al caso tuo.

Il kit, infatti, può essere tranquillamente usato anche anche da gente inesperta che non ha mai coltivato funghi in casa, e il tutto senza sporcare o creare disastri a casa propria. Provare per credere!

[Scopri di più su Spora Pleurotus, il kit per coltivare i tuoi funghi a casa]


error: Content is protected !!