Home / Come fare / Come accordare la chitarra: cosa fare per non sbagliare

Come accordare la chitarra: cosa fare per non sbagliare

Come accordare la chitarra

La chitarra classica è uno strumento molto apprezzato, sono molti i cantautori che la utilizzano, ma anche quelli che l’adoperano per creare melodie insieme ad altri strumenti.

La chitarra classica ha un suono veramente molto limpido e musicale, l’unico problema nel suono della chitarra potrebbe sovvenire nel momento in cui questa è scordata.

Una chitarra scordata, naturalmente non può essere utilizzata per suonare le giuste melodie, perché le note verrebbero notevolmente stonate.

L’accordo della chitarra solitamente va fatto ogni giorno, specialmente dopo che la si è utilizzata, perché le sue corde tendono ad allentarsi e a scordarsi facilmente dopo il suo utilizzo.

Quindi se state per approcciarvi all’uso della chitarra sappiate che dovrete accordare la chitarra ogni giorno. In realtà quest’operazione più la fate, più riuscirete a farlo velocemente.

Come accordare la chitarra rispetto a se stessa

Accordare la chitarra rispetto a se stessa, vuol dire che la chitarra viene suonata sola e non insieme ad altri strumenti quindi per accordarla dovrete basarvi esclusivamente sulle sue note.

Per accordare la chitarra bisogna naturalmente conoscere le note e come sono disposte sulle corde e sui tasti.

Le corde di una chitarra sono sei e dalle corde si può basare l’intensità della musica quindi la prima corda partendo dal basso, che è quella più sottile, serve per i toni acuti mentre salendo sino alla sesta corsa si ottengono i suoni più gravi. 

Per riuscire a capire se la chitarra è accordata dovrete dunque avere un buon orecchio musicale, e suonare una corda dopo l’altra suonandole a vuoto, quindi senza premere sui tasti. La prima corda suonerà il Mi, e poi si sale con il Si, il Sol, il Re, il La e il mi basso.

Se queste suonano male allora bisogna procedere all’accordo della chitarra. Per accordarla bisogna usare anche i tasti della chitarra, i tasti si trovano sul manico e sono gli spazi compresi tra le varie barrette metalliche. 

Per accordare la chitarra rispetto a sé, non c’è bisogno di utilizzare nessuno strumento per confrontare le note, ma basterà conoscere le note di ogni accordo e far si che queste suonino correttamente ogni nota.

Per riuscire a capire la distanza del suono, dovrete avere un buon orecchio relativo. Allora se tra ogni suono non intercorre un tono, dovrete premere il quinto tasto e suonare la sesta corda, poi lasciando la sesta corda e il quinto tasto dovrete suonare la quinta corda a vuoto, e successivamente suonarle insieme se il suono non corrisponde, dovrete allentare o tirare la quinta corda dalla chiave. 

Se il suono è grave dovrete girare la chiave per alzare la nota, se invece il suono è acuto dovrete abbassare la nota girando la chiave dal lato opposto e allentando leggermente la corda.

Dopo aver fatto ciò, potrete continuare con lo stesso metodo per le altre note adesso premete il quinto tasto e suonate la quarta corda, e come prima se il suono è troppo grave o troppo acuto girate in corrispondenza la chiave della corda.

Per la terza corda invece, premete il quarto tasto e suonate il Sol, poi suonate il Si a vuoto e in base al suono che fanno, allentate o tirate la corda. 

Infine, suonate di nuovo premendo il quinto tasto e adesso fate suonare prima il Si e poi fate suonare il Mi cantino a vuoto, alla fine regolate il suono sempre attraverso la chiave delle corde. 

 Come accordare la chitarra insieme ad altri strumenti

Quando si suona la chitarra con altri strumenti bisogna accordare le note prendendo a riferimento il suono delle note degli altri strumenti, in questo modo saranno tutti intonati allo stesso modo.

Per riuscire ad accordare la chitarra con altri strumenti solitamente ci si basa tutti sul suono o di un pianoforte o di un diapason.

Per accordare il suono della chitarra con quello di un pianoforte basterà suonare le corde a vuoto in corrispondenza con la nota del pianoforte, se il suono non è lo stesso, basandovi sempre sul suono grave o sul suono acuto dovrete, girare verso sinistra o verso destra in corrispondenza la corda della chitarra. 

Se invece avete paura di affidarvi esclusivamente al vostro orecchio musicale, allora potrete avvalervi di un accordatore elettrico che è in grafo di riconoscere il suono che state riproducendo con la chitarra e può segnalarvi al momento se stringere o allentare la corda.

Sicuramente l’accordatore elettrico è lo strumento migliore che potete adoperare per l’accordo della chitarre, perché in questo modo riuscirete sicuramente ad ottenere il suono perfetto in base alle note.

Comunque se suonate da qualche tempo il vostro orecchio riuscirà sicuramente a distinguere adeguatamente il suono delle varie note, per essere certi che la chitarra sia stata accordata, basterà infine, provare a suonare una canzone, se le note vengono stonate, vuol dire che ci sono stati problemi durante l’accordatura, se invece suonando sentite che la canzone è intonata allora avrete ottenuto il risultato sperato.


error: Content is protected !!