Home / Tatuaggi / Tatuaggi stelle: idee con foto e significati dei disegni

Tatuaggi stelle: idee con foto e significati dei disegni

tatuaggi stella

La stella è un elemento molto comune, ma cosa si nasconde dietro un tatuaggio a forma di stella?

Scopriamolo insieme soffermandoci in particolare sulle diverse varianti di stella, sulle loro caratteristiche e su dove queste stelle possano o meno essere posizionate sul nostro corpo.

Sebbene il simbolo possa apparire banale, sotteso al tatuaggio della stella possono nascondersi significati interessanti. 

Il significato della stella

Molteplici sono i significati che possono celarsi dietro all’immagine di una stella. In alcuni casi il soggetto sogna di diventare una stella, o meglio di avere le caratteristiche della stessa.

La luminosità, l’essere guardata e apprezzata, la sua posizione al di sopra del mondo sono solo alcuni dei fattori che portano alcuni ad amare così tanto questo simbolo.

Secondo altri punti di vista, invece, la stella può essere considerata simbolo di un importante cambiamento di vita o di una rinascita (avvenuta o sperata).

Non a caso in alcune culture le stelle indicano proprio la nascita di una nuova vita. Un significato a parte è rivestito dalla stella nella cultura marinara.

I marinai infatti utilizzavano le stelle come delle guide e die punti ai quali affidarsi per orientarsi. Diventa in questo caso simbolo di guida, di certezza, di cammino, di avanzamento.

Quale scegliere e dove tatuarla

Questi significati generali vengono perfezionati e meglio definiti in base alla tipologia di stella che un soggetto decide di tatuarsi.

La stella polare ad esempio rappresenta il desiderio di identificare quella che è la propria strada. La stella a cinque punte ha invece die significati che mutano in base a quella che è la posizione della stella stessa: se è orientata verso l’alto essa rappresenta l’equilibrio, verso il basso indica invece il Diavolo.

Un altro tipo di stella è quella a sei punte, nata e diffusa grazie alla cultura die giudaismo. Questo simbolo di fatto rappresenta il legame e l’armonia tra Cielo e Terra, e dunque tra uomo e aldilà.

Quella a sette punte è invece la stella delle fate e dunque rappresenta un mondo magico o comunque che il soggetto sogna.

Proseguiamo con quella ad otto punte, che caratterizza i crociati; e quella a 9 punte che ha delle connotazioni fortemente esoteriche.

Tutte le stelle, inoltre, possono essere raffigurate come cadenti. In questo caso il simbolo diventa un monito, un simbolo che ricorda alcune esperienze della vita che hanno segnato il soggetto stesso.

In tutti i casi, le stelle possono essere tatuate da sole o in gruppo ed eventualmente adornate da altri dettagli come ad esempio le iniziali di un nome.

Capiamo a questo punto quale parte del corpo meglio si presta ad ospitare una stella. Essa può essere intesa e citata tra i piccoli tatuaggi.

In questa accezione la stella può essere collocata sul polso, sulle caviglie, dietro l’orecchio, sull’inguine, sulla clavicola, sulle dita delle mani, sul collo del piede, ma anche sulla spalla, o sul fondoschiena. In questi casi, visto lo spazio ridotto si opterà per una versione basic o comunque stilizzata.

In presenza di zone più ampie, come coscia, braccia, schiena, addome e molto altro, si ha invece la possibilità di optare per disegni che hanno una maggiore attenzione e presenza di dettagli, sfumature, ombreggiature e perchè no colori.

Non ci sono dunque consigli o suggerimenti specifici da dare, l’unica cosa da tenere a mente che al di là di quelle che sono le proprie preferenze, è utile sempre un confronto con il proprio tatuatore che potrà illuminarvi su eventuali dettagli e soprattutto sulla riuscita finale del disegno che una volta su pelle potrebbe avere un effetto finale differente rispetto a quanto atteso o immaginato dalle versioni su carta del disegno stesso.


error: Content is protected !!