Home / Tatuaggi / Tatuaggi fiore di loto, cosa simboleggia? Scopri il suo significato

Tatuaggi fiore di loto, cosa simboleggia? Scopri il suo significato

Tatuaggio fiore loto significato

Sono molte le donne che scelgono di fissare sul proprio corpo l’immagine di un fiore di loto.

Esso è apprezzato non solo per il suo aspetto, ma anche per il messaggio positivo che lancia.

Capiamo quindi quale sia il significato di questo tatuaggio, ma anche come e dove è possibile realizzarlo per migliorare resa ed effetto.

Il significato del fiore di loto

Iniziamo chiarendo che il fiore di loto è senza dubbio alcuno uno dei tatuaggi orientali classici, uno dei simboli di questa cultura.

Questo fiore nella cultura orientale rappresenta ed indica la bellezza, la purezza, la grazie l’eleganza ma anche la vita in generale, sotto tutti i suoi punti di vista.

Esso indica infatti, secondo una visione più ascetica, l’unione tra il cielo e la terra e l’essenza della vita stessa che da questa fusione ha origine e vita.

Sono diverse le varianti di colore in cui i fiori stessi possono essere rappresentati. Li troviamo infatti in azzurro ad esempio. In questa variante di colore il fiore di loto viene rappresentato chiuso, nell’atto di impersonificare la saggezza del sommo Buddha, un qualcosa di talmente elevato che l’uomo non può riuscire ad ammirarla nella sua pienezza (e dunque con i petali aperti).

Una altra possibilità è rappresentata dal colore rosso, che sta invece ad indicare la compassione del Buddha.

Il significato più noto e universalmente riconosciuto è però quello che il popolo egizio ha dato al fiore di loto di colore rosa chiaro. Esso rappresenta infatti la rinascita, la capacità e la forza di questo fiore che riesce a risollevarsi e a risplendere il tutta la sua bellezza nonostante le difficoltà e i momenti bui che ha in passato attraversato e che, anche se superati, lo hanno segnato.

Non è dunque un caso se molte donne decidono oggi di disegnarsi questo fiore dopo la fine di una relazione d’amore vissuta con sofferenza, dopo un lutto, dopo una crisi esistenziale.

Una ulteriore visione, definisce il fiore di loto come fiore dell’Oblio e lo lega ad una fantastica e magica leggenda. La storia racconta infatti che annusare il profumo di questi fiori avrebbe condannato il soggetto a perdere del tutto la memoria e a cadere dunque in un lungo oblio.

Un’altra leggenda invece associa a queste donne l’immagine delle sirene, che avrebbero fissato sulla spalla questo fiore come simbolo di bellezza. Una volta capito quale potrebbe essere la valenza di questo fiore, scopriamo in che modo può essere raffigurati sul nostro corpo.

Come tatuarlo

La cultura giapponese consiglia di non tatuare un fiore di questo tipo accanto ad altri fiori, come ad esempio accanto ad un tatuaggio con i fiori di ciliegio; in realtà però come spesso avviene nel campo dei tatuaggi, ai soggetti è data assoluta libertà. Capiterà dunque di trovare fiori di loto da soli o in contesti di vario genere.

In particolare, sono soprattutto i tatuaggi in stile giapponese e importanti che nei soggetti maschili ben ospitano questi fiori di loto.

In un contesto di questo tipo il fiore diventa un mero dettaglio, qualcosa in più che completa e personalizza un’opera generale.

I soggetti femminili invece spesso decidono di tatuare un singolo fiore e di enfatizzarlo con foglie, cieli o mari attorno. A seconda dello spazio che vogliono dedicare al tatuaggio, esse possono pensare di delinearle solo i contorni e i tratti esterni, o viceversa di curare con perfezione ogni singolo petalo e dettaglio.

Nella variante del piccolo tatuaggio il fiore può essere eseguito su polso, caviglia, dietro le orecchie, dita; nella versione più grande e dettagliata invece può conquistare spalle, addome, schiena, gambe, braccia e qualsiasi altro punto del corpo maschile o femminile che sia.