Home / Tatuaggi / Crema per tatuaggi, quali sono i prodotti migliori?

Crema per tatuaggi, quali sono i prodotti migliori?

Crema tatuaggi prodotti migliori

Si è soliti parlare di quelli che sono i soggetti dei tatuaggi, i loro significati, le loro posizioni, i loro costi. C’è però un altro aspetto che sarebbe bene considerare, ovvero la reazione della pelle alla sedute stessa.

È normale infatti che la cute dopo il trattamento si presenti irritata, infiammata, arrossata o calda. È per questo motivo che è utile fare ricorso ad una serie di prodotti da applicare localmente e che hanno come scopo quello di calmare eventuali effetti indesiderati.

Oltre a creme e pomate, ci sono una serie di altri fattori da tenere in considerazione e di cui parleremo.

Quali prodotti utilizzare per i tatuaggi?

I prodotti da usare sono prodotti emollienti ed idratanti.

Per facilitare e ottimizzare il loro assorbimento, è consigliabile fasciare la zona, eventualmente con l’aiuto di una pellicola che dovrà essere rimossa dopo qualche ora.

La fase successiva prevede che la zona venga pulita per bene ed eventuali residui vengano rimossi. Per questa operazione, si consiglia l’utilizzo di un detergente intimo delicato.

Dopo queste considerazioni generali, passiamo ad analizzare una serie di prodotti specifici che possono essere utilizzati, chiarendone caratteristiche, ma anche pro e contro.

Bepanthenol, Vaselina e prodotti specifici

Tra le creme lenitive protettive più utilizzate troviamo Bepanthenol, un prodotto che purifica, pulisce e rigenera la cute.

Occorre applicarlo sull’area tatuata preventivamente lavata e tamponata con l’aiuto di un panno di carta. Lasciare la zona all’aria aperta aiuterà la formazione della crosta, ma si consiglia comunque di notte di coprire la zona per evitare di sfregare e sporcare il lenzuolo.

Se ne consiglia l’utilizzo almeno 3 volte al giorno per un paio di giorno dopo la seduta.

[Scopri l’offerta per acquistare Bepanthenol a prezzo scontato]

Caratteristiche e modalità di utilizzo simili sono connessa a Pasta Fissan e Babygella.

[Per scoprire il prezzo della Pasta Fissan, clicca qui] 

[Ecco l’offerta scontata per acquistare Babygella]

Quando la crosta sarà ormai formata, potrete idratare la zona utilizzando della crema di vaselina, che permetterà di ammorbidire le croste e diminuire dunque prurito e fastidio.

La vaselina potrà essere utilizzata senza problema alcuno fino a quando la crosta sarà scomparsa del tutto. Nonostante l’uso del prodotto, si potrebbe comunque sentire un leggero prurito: evitate di grattare la zona e optate per un leggero picchiettare, che allevierà comunque il fastidio.

[Scopri l’offerta per acquistare le migliori marche di vaseline a prezzo scontato]

Sono invece da evitare del tutto le creme a base di sostanze antibiotiche o di cortisone. No dunque a Cicatrene, Gentalyn Beta e simili che non sono adatti alla cura di questo tipo di lesione della cute.

Esistono anche una serie di prodotti e soluzioni specifiche, pensate proprio per la cura delle pelli tatuate. Citiamo, a titolo di esempio Jail Break Tattoo Cream Tattoo Defender senza dubbio le due più utilizzate e famose.

Esistono anche delle creme con filtro solare pensate apposta per i tatuaggi, come ad esempio Tatoo Defender, ma anche Coppertone Tattoo e Sun Shield Stick di Ed Hardy.

Altre piccole attenzioni

Oltre a questo, ci sono una serie di altre cose e di altri fattori da tenere in considerazione nella fase post-seduta.

Può capitare, ad esempio, che dopo la seduta compaia qualche linea di febbre. Non preoccupatevi! Questo sintomo scomparirà nel giro di 24-36 al massimo. Se così non fosse, sarà necessario rivolgersi al medico curante.

Per una settimana circa, inoltre, si consiglia di evitare abiti stretti o sintetici, la zona deve essere libera di respirare.

Attenzione però! Qualora si frequentino ambienti pieni di polvere o sporcizia la zona dovrà essere coperta per evitare di contrarre infezioni o complicazioni.

Per quanto riguarda invece il contatto con l’acqua precisiamo che nulla vieta di fare la doccia, ma sono da evitare bagni prolungati in acqua.

Sarà direttamente il vostro tatuatore che, anche in base a quella che è la vostra tipologia di pelle, vi fornirà indicazioni su procedure da seguire o prodotti da applicare sulla zona.