Home / Significato dei nomi / Significato del nome Sara: alla scoperta delle origini del nome

Significato del nome Sara: alla scoperta delle origini del nome

Significa etimologia nome Sara

Siete incuriositi dal nome Sara e vorreste sapere di più sul suo significato e sulla sua diffusione in Italia e negli altri paesi? Siete nel posto giusto.

In questa sezione analizzeremo infatti questo nome sotto diversi punti di vista, ci soffermeremo sul suo utilizzo, così da capire se questo nome sia adatto o meno a vostra figlia o se, più semplicemente, rispecchi le caratteristiche della Sara che conoscete.

Andiamo con ordine e iniziamo chiarendo l’origine e il significato di questo nome, prima di citare le donne che lo portano e ripercorrere brevemente le storie delle due sante che portano questo nome.

Cosa significa il nome Sara? Origine e significato

Inizialmente il nome Sara era associato al significato di litigiosa, ribelle, permalosa e aggressiva. Sarà soltanto con la diffusione della cultura religiosa cattolica e in particolare con ila diffusione del Vecchio Testamento, che il nome, in quanto biblico, verrà associato a note positive.

Nel vecchio testamento, infatti, si parla di Sarah come di una principessa sterile che ricevette però  in dono da Dio, quando era già in età adulta, un figlio che chiamò Isacco dal marito  Abramo. Il significato di “principessa” nasce quindi proprio dal ruolo di questa donna fortunata e benedetta dal signore.

Da quella Sara sono derivate una serie di altre varianti in tutti i paesi. Se nel sud d’Italia infatti Sara è spesso inteso come diminutivo del diffuso nome Rosaria, in Finlandia il nome viene declinato in Sari, e resta tale anche in Indonesia, dove viene associato al significato di “essenza”, senso profondo delle cose.

In ogni caso, stando ai dati ISTAT, il nome resta uno dei più apprezzati nel nostro secolo. Nel 2004 è stato il quarto nome più diffuso, nel 2006 addirittura il secondo.

In generale chi porta questo nome, è una donna forte, decisa, coraggiosa, determinata. La pazienza è un’altra caratteristica di chi porta questo nome, che non deve però essere messa troppo alla prova per non portare alla luce l’indole impulsiva del soggetto. Sara è anche una persona molto materna e protettiva, oltre che affettuosa e amante dei bambini.

La parola chiave associata a questo nome è “audacia“, il numero fortunato invece il numero 2. Tale numero rappresenta dualità e unione, femminilità e capacità di tenere uniti due elementi. Il numero rimanda dunque alla capacità di conciliare di chi porta questo nome e pur mantenendo la propria individualità riesce a fondersi con il resto dell’universo nel complesso.

Il colore di riferimento è il rosso, la pietra il rubino, il segno zodiacale quello del Leone. Soffermiamoci un attimo con l’accostamento di questo nome al rubino. Oltre ad essere adatta in caso di problemi di fertilità, questa pietra è capace di donare forza, grinta e determinazione.

Proprio questa serve alle persone che portano questo nome per portare a termine i compiti che si è prefissata. In assenza di questa pietra, è possibile valutare tutte le altre pietre di questo colore, dall’agata rossa al diaspro rosso, dalla corniola all’opale di fuoco.

Onomastico e personaggi celebri col nome Sara

Chi porta questo nome viene festeggiato il 10 dicembre, giorno dedicato alla moglie di Abramo, o il 20 aprile, giorno dedicato a Santa Sara di Antiochia. La santa devota a Dio e ai figli, nel corso di un viaggio verso l’Egitto, terra in cui voleva far battezzare i figli, nel corso di una tempesta chiese l’aiuto di Dio incidendosi il petto.

Con il sangue disegnò una croce sulla fronte dei figli, invocando l’aiuto della Santa Trinità.  Placate la tempesta la donna riuscì a raggiungere l’Egitto, si recò subito alla fonte battesimale dove però l’acqua si ghiacciò tre volte.

Anche al di fuori del mondo religioso, non mancano le donne che hanno questo nome. È il caso della show girl italiana Sara Tommasi, dell’attrice Sarah Felberbaum, della famosa protagonista di Sex&The city Sarah Jessica Parker.

Nel mondo della musica, è famosa la canzone di Antonello Venditti dedicata proprio ad una ragazza che porta questo nome. Anche Paolo Meneguzzi e Pino Daniele hanno dedicato le loro canzoni ad una Sara.

Se state valutando dunque se dare o meno questo nome avete adesso qualche elemento in più che vi potrà guidare nella scelta mettendo in evidenza aspetti prima in secondo piano. Aggiungiamo che questo nome, breve e musicale, rientra tra quelli più graditi e apprezzati.


error: Content is protected !!