Home / Significato dei nomi / Significato nome Chiara: origine del nome, etimologia ed onomastico

Significato nome Chiara: origine del nome, etimologia ed onomastico

Significa etimologia nome Chiara

Oggi ci occupiamo del nome Chiara, un nome breve, semplice, lineare, che rimanda a concetti di purezza e di schiettezza già da subito e in maniera istintiva.

Il senso di questo nome è di immediata comprensione, ma ci sono comunque una serie di cose da sapere e da scoprire dietro a questo nome. Analizziamole insieme punto per punto.

Alla fine dell’articolo avrete una visione completa sul nome e sul suo significato.

Origine e significato del nome Chiara

Le origini di questo nome si collocano in epoca latina. In età imperiale era molto diffuso il nome Clarus, che poi nel duecento ha avuto una diffusione esponenziale soprattutto in ambienti cristiani grazie alla diffusione sempre crescente del culto di Santa Chiara di Assisi, di cui parleremo a breve in maniera più approfondita.

Vista la presenza nella nostra lingua dell’omonimo aggettivo, è facile intuire come a questo nome sia associato il significato di luminosa, famosa, illustre, trasparente e lineare. La tipica Chiara è dunque una persona sicura, diretta, aristocratica.

Si tratta di una persona con una spiccata tendenza ed inclinazione al comando, ma che non si sottrarrà quando necessario al lavoro, agli sforzi e alla collaborazione.

Non è quindi da intendersi come una despota, ma piuttosto come una leader capaci di motivare e di spronare, valorizzando le proprie risorse.

Chiamare Chiara la propria figlia, vuole dire augurarle un futuro prosperoso, di successo ma senza troppo stress. Proprio quest’ultimo si presenta come uno degli aspetti più problematici e dubbiosi.

L’impegno di Chiara dovrà essere dunque quello di lavorare sulla gestione dello stress e più in generale delle tensioni che dovranno essere tenute sotto controllo, misurate con oculatezza e gestite senza eccessivi isterismi.

Il segno zodiacale associato a chi porta questo nome è il sagittario, il numero portafortuna il 3, il colore il verde, il metallo l’oro. Sul fronte delle pietre, sono diverse quelle che possono essere associate a chi si chiama Chiara. Una è senza dubbio l’acquamarina.

Questa pietra aiuta ad entrare il contatto con il presente e con la realtà, superando paure, limiti, ansie e stress. Consigliata anche la vivianite, in grado di sconfiggere lo stress e quindi di favorire il rilassamento soprattutto dopo periodi di stress.

Sì anche allo zaffiro, che indirizza nella direzione giusta i pensieri, portandoci a godere di ogni singolo bene che la vita ci offre.

Onomastico e personaggi famosi

Il nome è molto diffuso nella nostra nazione, anche nelle diverse varianti di Clara, Clarissa, Chiarella e simili.

La Santa principale che porta questo nome si festeggia in data 11 agosto ed è, come accennato, Santa Chiara di Assisi.

La donna, nata da una ricca famiglia, fu discepola di San Francesco di Assisi e creò l’ordine delle Clarisse.

Nonostante la vicinanza con Francesco, sembra che la santa non abbia potuto partecipare  ai suoi funerali perché ferma nella sua cella a causa di una malattia.

Grazie ad un gioco di luci e ombre, però, le immagini delle ultime esequie furono però proiettate sulle pareti della sua stanza, fu per questo che divenne protettrice della televisione.

Ci si rivolge alla santa per chiedere protezione contro i problemi agli occhi e per proteggere lavandaie e ricamatrici.

Nella cultura cristiana esistono però altri santi che portano il medesimo nome. E’ il caso ad esempio di Santa Chiara di Montefalco che si festeggia il 17 agosto e di San Chiaro Abate la cui festa è invece il 25 maggio.

Televisione, sport, scienza e storia ci offrono una lunga lista di personaggi che portano questo nome. Tra le attrici citiamo Chiara Baffi, Chiara Conti, Chiara Iezzi, Chiara Tortorella. Tra le cantanti abbiamo Chiara, Chiara Siracusa, Chiara Civello.

Il nome è molto apprezzato e diffuso, per avere un’idea basti considerare che nella nostra nazione sono quasi 100.000 le donne che portano questo nome, che è il 134esimo più diffuso e copre circa il 13% della popolazione italiana in questo momento.

Il nome è diffuso soprattutto in Lombardia, a seguire Puglia, Veneto, Lazio, Campania, Emilia Romagna. Le regioni invece con la minore presenza percentuale di questo nome sono Molise, Valle d’Aosta, Basilicata e Marche.

A prescindere dalla diffusione, comunque apprezzato in ogni regione e facilmente associabile alla maggior parte dei cognomi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!