Home / Significato dei nomi / Nomi mitologici, i più famosi e le storie che li hanno resi celebri

Nomi mitologici, i più famosi e le storie che li hanno resi celebri

nomi mitologici significato etimologia diffusione maschili femminili

I greci e romani hanno offerto alle generazioni venute dopo di loro una serie di spunti. Da quelle epoche non ci arrivano solo cultura, arti, amori, gelosie e dispetti ma anche nomi!

I nomi della varie divinità sono infatti arrivati fino a noi, insieme alle loro storie, e possono essere utilizzati nella nostra vita quotidiana. Passiamo dunque in rassegna alcuni nomi sia femminili e maschili, ripercorrendo anche le storie di coloro che hanno reso famosi questi nomi.

I nomi maschili

Tra gli eroi maschili troviamo senza dubbio Adone. Di lui ricordiamo senza dubbio la bellezza e il fascino, non a caso Adone è nella nostra cultura diventato un aggettivo atto ad identificare una persona dal bello aspetto. L’uomo era conteso da Afrodite e Persefone, ma non potè godere di nessun amore. Finì infatti ucciso da un cinghiale, vittima delle gelosia di Persefone o di Ares, l’uomo di Afrodite.

Sebbene il dubbio non sia mai stato risolto, molti pensano che il colpevole sia stato Ares. Egli infatti non era un tipo pacifico. Noto come Dio della guerra, era figlio di Zeus ed Era. La sua caratteristica era quella di essere brutto e di puntare tutto sulla forza fisica.

Proseguiamo citando il nome di Eros. Nato dal Caos era il dio dell’Amore, capace con le sue frecce di fare innamorare gli umani.

Elio era invece il dio del Sole, colui che si svegliava all’alba ogni mattina, camminava tutto il giorno da Oriente ad Occidente osservando ogni dettaglio prima di tornare a dormire. Il suo nome e la sua figura spesso vengono confusi con quelli di Apollo. Quest’ultimo era in realtà il dio delle previsioni e delle scienze, ma anche della giustizia, Ad Ermes spettava invece il compito di diffondere i messaggi degli dei.

I nomi femminili

Non mancano naturalmente anche le eroine femminili.

Citiamo ad esempio Atena. Il suo ruolo era quello di gestire le guerre non con violenza, ma con prudenza ed intelligenza. La Dea era un ottimo supporto per poeti e filosofi ed era capace di personificare la femminilità e l’intelligenza, tutte doti che l’hanno resa molto amata. Unico suo difetto, l’essere permalosa e vanitosa. Tra i vari episodi che hanno messo in luce questo aspetto, il fatto che un giorno, scoperto che una umana era brava quanto lei, la trasformò in insetto.

Gea è probabilmente la prima eroina, nata dal Caos quando ancora non esisteva nulla può essere considerata la madre terra e la forza che ha creato il mondo intero. Al pari di Atena anche lei non aveva di certo un bel caratterino. Una volta ad esempio si arrabbiò con Apollo e lo colpì con una freccia per farlo innamorare di Dafne; nello stesso momento fece in modo che la bella fosse insensibile al suo amore e che, infastidita dalle attenzioni ricevute, chiedesse vendetta al padre Peneo, che intervenne trasformando Apollo in un ramoscello di Alloro.

Diversa sotto molti punti di vista è la figura di Demetra, protettrice della terra e della fertilità. A lei viene attribuito l’alternarsi delle stagioni. Si narra infatti che sia stata rapita e che la madre per poterla rivedere abbia deciso di fare un accordo con Ade il rapitore in base al quale la figlia avrebbe passato parte dell’anno con uno e parte con l’altra.

Particolare e romantica è anche la storia di Selene. La ragazza in una grotta aveva incontrato un giovane addormentato, lo aveva svegliato baciandolo sugli occhi e se ne era innamorata. Da questo amore nacquero ben 50 figli! La donna però non accettava l’idea che il giovane come tutti sarebbe morto, e così decide di obbligarlo ad un sonno perenne. Questa versione, così profonda e romantica, non è l’unica che circola.

Secondo altri invece l’uomo, di nome Endimione, avrebbe chiesto lui stesso a Zeus di dormire per preservare la propria bellezza o per evitare una ulteriore gravidanza della moglie.

Se siete interessati a questi nomi mitologici, la prima cosa che dovreste fare è valutare la storia dei personaggi che hanno avuto questo nome. La storia del personaggio potrebbe infatti incidere sulla percezione del nome stesso.


error: Content is protected !!