Home / Curiosita / Fiori gialli: scopri i loro nomi, le caratteristiche e dove crescono

Fiori gialli: scopri i loro nomi, le caratteristiche e dove crescono

Fiori gialli

Oggi ci occupiamo dei fiori gialli.

Passeremo in rassegna nomi e caratteristiche, in modo da dare agli interessati un completo quadro della situazione, che possa aiutare loro a scegliere i fiori gialli che più fanno al caso loro.

Acetosella, Arnica, Anemone, Borracina

L’acetosella fa parte del gruppo delle Oxalidacee ed è chiamata anche erba brusca, pane degli angeli, trifoglio acetoso. Si tratta di una pianta le cui origini si collocano nel nord est europeo o nell’America del Nord. Presenta delle foglie di colore verde chiaro con striature rossastre.

Da evidenziare la capacità della pianta di rispondere ad eventuali stimolazioni atmosferiche, chiudendosi ad esempio se sottoposta a vento o pioggia. Oltre che gialli, i fiori possono essere anche bianco-rosati.

Acetosella gialla

Gialla è anche l’arnica, la margherita gialla che cresce anche spontaneamente e che è molto nota nella sua variante montana.

Si tratta di un fiore che si sposa bene con il clima mediterraneo, e che attecchisce soprattutto in collina e in zone che le assicurano un po’ di ombra. Se vi incuriosisce, sappiate che questa pianta può essere gestita sia in vaso che in giardino.

Arnica gialla

Molto bella nella sua variante gialla risulta essere l’amenone, della categoria delle ranunculaneae. Il suo nome, che significa fiore del vento, richiama una importante caratteristica della pianta, ovvero quella di agitarsi mossa dal vento.

Elevata è la presenza della pianta nel nord d’Italia, più ridotta invece nel centro-sud della nostra nazione, dove la presenza è limitata in poche zone selezionate.

Amenone gialla

La borracina gialla è un’altra variante di fiore giallo, che si trova naturalmente in rupo, muri, rocce, prati fino ad un massimo di 1.800 metri. Si trova soprattutto nelle zone centrali e settentrionali della nostra nazione.

Borracina gialla

Calla, colza, farfara, gelsomino, gerbera

Molto affascinante risulta essere la calla. Si tratta di un fiore di origine sudafricana, che si sviluppa attorno a ruscelli, specchi di acqua e zone umide.

Diverse sono le varianti presenti, ad accumunarle il fatto che tutte fioriscono nel periodo compreso tra maggio e settembre. Oltre che gialle sono disponibili anche rosa, arancioni, rosse, lavanda, porpora e con due colori e hanno un’altezza compresa tra i 40 e 60 cm.

Calla gialla

Giallo si presenta anche il fiore della colza, una pianta che cresce solo se coltivata e che è disponibile in diverse varianti. Nei paesi nordici più che per abbellimento viene coltivata in maniera intensiva e viene utilizzata come foraggio per animali, componente dell’olio vegetale animale, combustibile nel settore biodiesel per la o produzione del miele.

Colza gialla

La farfare è invece una pianta erbacea che si trova soprattutto in zone umide e argillose e che è nota anche con il nome di “tossillagine” dal momento che può essere utilizzata anche per rimuovere il fastidio della tosse.

Farfara gialla

Parlando di fiori gialli non si può non citare una pianta nota a tutti, ovvero il gelsomino, nome che identifica oltre 200 specie diversi.

Quelli utilizzati a fini ornamentali nelle nostre case sono piante sempreverdi arbustive che vengono utilizzate anche per adornare muri e recinti, in una variante che ha una altezza che oscilla tra i 4 e i 15 metri.

Gelsomino giallo

Gialla è anche la gerbera; si tratta di una pianta che ben si adatta a vari tipi di terreno, ma che non resiste al freddo rigido. Oltre che gialla, è disponibile anche in varie tonalità di rosa.

Sebbene le origini della pianta non siano chiare molti studiosi sono concordi nel collocarle in Cina, Spagna, Afghanistan.

Gerbera gialla

Girasole, Iperico

Il giallo è anche il colore del girasole. Il nome di questo fiore nasce dalla fusione di due parole che in greco vogliono dire appunto “fiore del sole”. Questa pianta infatti si orienta seguendo proprio l’andamento del sole prima della fioritura per il principio di eliotropismo.

Il fiore è caratterizzato da un fusto che raggiunge i 2 m di altezza, da radici di tipo fascicolato, delle foglie che si distribuiscono nella parte bassa del fusto.

Girasole giallo

Arriva invece direttamente dall’Asia l’iperico, un fiore che cresce velocemente e viene usato su grandi muri e superfici. Si può far crescere in vaso prima di trasferirlo in giardino.

E’ bene sapere che si adatta bene a tutti i terreni e può essere coltivato sia al sole che in penombra; ottima anche la resistenza alle temperature, dal momento che il fiore cresce tranquillamente a temperature comprese tra i 25 e i -0 grandi centigradi.

Iperico giallo

Insomma, di fiori gialli belli ce ne sono davvero tanti; qual è il tuo preferito?


error: Content is protected !!