Home / Salute e Benessere / Massaggio prostatico: a cosa serve e come si fa

Massaggio prostatico: a cosa serve e come si fa

Massaggio Prostatico

Il massaggio prostatico è una azione molto importante per l’uomo, dal momento che oltre a dargli piacere durante l’atto sessuale, riesce anche a ridurre il rischio di diversi tipi di tumori e di infiammazioni della prostata o ancora di disfunzioni erettili di vario ordine e grado.

Oggi cercheremo dunque di comprendere per prima cosa quale sia l’ utilità del massaggio prostatico, per poi analizzare come debba essere eseguito.

Ci soffermeremo dunque sulle differenze tra stimolazione interna ed esterna, e su eventuali stimolatori disponibili in commercio che potrebbero aiutarvi in questa azione.

A cosa serve il massaggio prostatico

Il massaggio prostatico, come il nome suggerisce, agisce in maniera diretta sulla prostata. Essa è di fatto una ghiandola maschile di ridotte dimensioni, con forma simile a quella di una castagna, che si sviluppa negli uomini nel periodo dell’adolescenza esattamente sotto la vescica e che con il tempo cresce in maniera lenta e graduale.

Con il passare degli anni, o in seguito a particolari patologie, questa ghiandola potrebbe ingrossarsi, provocando tra l’altro spesso fastidi e bruciori ogni volta che si avrà bisogno di fare pipì e addirittura non di rado rendendo più frequente questa necessità, con un impatto negativo nelle abitudini normali della vita quotidiana.

Il soggetto con prostata ingrossata, dunque, si troverà ad intervalli ravvicinati e regolari a dover raggiungere un bagno, dovendo interrompere le proprie attività quotidiane durante il giorno, o il sonno durante la notte e vivendo, per altro, un’esperienza di minzione particolarmente dolorosa.

Questi effetti collaterali sono prettamente fisici e nascono dal fatto che, se ingrossata, la prostata va di fatto ad esercitare la sua pressione sull’uretra rendendo più frequenti le minzione e facendo sì che la stessa diventi più dolorosa.

Una volta verificata la presenza di questi fastidi sarà fondamentale rivolgersi all’andrologo che attraverso un’analisi rettale potrà verificare se il fastidio è legato ad un tumore o una ipertrofia prostatica.

Entrambi questi rischi possono essere ridotti facendo un adeguato e preventivo ricorso al massaggio prostatico, che come accennato riduce il rischio di infezioni nella zona.

La prostata infatti, il cui funzionamento è regolato dal testosterone, ha tra le sue funzioni quella di provvedere alla produzione dello sperma, fondamentale per la riproduzione dell’uomo, e una stimolazione della stessa risulta particolarmente utile dal momento che permette di drenare eventuali rimasugli di sperma che non sono stati espulsi con le precedenti eiaculazioni.

Al di là di queste motivazione prettamente scientifiche, il massaggio prostatico ha origine antiche.

Già nell’Antico Giappone, ad esempio, il gesto veniva eseguito in campo medico per migliorare le capacità di fecondazione (dal momento che stimola la produzione di sperma) e le prestazioni sessuali degli uomini evitando anche problemi con il crescere degli anni, mentre in campo sessuale veniva compiuto dalle donne ai propri partner con il fine di permettere loro di provare più piacere durante i rapporti.

Si trattava in questo caso di un’azione eccitante, che rappresentava anche un momento di dedizione nella coppia.

Come si fa il massaggio prostatico

Come fare il massaggio ProstaticoMolte sono le teorie, gli articoli più o meno scientifici e le posizioni in merito al punto G della donna, meno noto è invece è il Punto P dell’uomo, anche se così come il suo “pari” femminile permette di massimizzare il piacere durante l’atto sessuale e merita quindi di essere scoperto e analizzato.

Per beneficiare degli aspetti positivi di tale massaggio l’uomo deve essere totalmente rilassato, con il pene già eretto e soprattutto non deve essere infastidito al pensiero di una esplorazione di tipo rettale.

Purtroppo infatti nella nostra cultura tale gesto viene ancora associato al mondo omosessuale o comunque ad una realtà particolarmente estrema, e questo potrebbe frenare molti soggetti.

Il massaggio può essere effettuato con un dito, meglio se protetto da un guanto il lattice e lubrificato. In alternativa si potrà ricorrere all’utilizzo di uno stimolatore, entrambi andranno a stimolare la zona che è collocata a pochi centimetri di distanza dalla vescica.

Sono moltissimi gli stimolatori in commercio (noi consigliamo quelli di amazon per sicurezza e convenienza economica ), con prezzi che oscillano tra i 30 e i 150 euro in base alle caratteristiche specifiche.

In generale tutti hanno una forma ergonomica che permette di inserire nella zona rettale lo strumento da soli o con l’aiuto del proprio partner, la forma Vibratore per massaggio prostatico da uomopredefinita permette di stimolare i punti giusti esercitando una pressione corretta sulla zona del perineo e garantendo in questo modo un piacere avanzato.

Se siete interessati all’acquisto, potete rivolgervi ad uno dei numerosi siti internet che offrono il prodotto e che garantiscono consegne in perfetto anonimato. Vi consigliamo in questo caso di ricordare di inserire nel vostro carrello e-commerce anche un lubrificatore, fondamentale per rendere l’esperienza più piacevole e meno rischiosa.

La seconda opzione, e quindi il ricorso a degli stimolatori specifici in particolare, è consigliabile dal momento che oltre ad essere più igienica appare anche più sicura.

Lo strumento specifico infatti consente di non effettuare alcun tipo di taglio o di ferita, anche grazie alla forma e ai materiali utilizzati di cui abbiamo già perlato, ma permette anche soprattutto nelle fasi iniziali una esplorazione consapevole e controllata, che permetterà all’uomo di conoscere meglio il proprio corpo e le reazioni dello stesso agli stimoli esterni.

Qualora il soggetto ritenga doloroso questo tipo di massaggio, e proprio non riesca ad abbandonare i propri pregiudizi, si potrà procedere ad una stimolazione esterna. Essa di fatto prevede la stimolazione di un punto specifico che si colloca tra ano e perineo e anche in questo caso è possibile ricorrere a stimolatori specifici che grazie alla loro forma permettono un’azione mirata, diretta ed efficace.

A questo punto dovreste avere tutte le informazioni utili per comprendere l’importanza e capire come effettuare un massaggio prostatico, sia esso di tipo medico o finalizzato solo alla stimolazione sessuale.

Non vi resta che iniziare a sperimentare questo tipo di massaggio con l’aiuto della vostra partner, iniziando se preferite con la stimolazione esterna e spostandovi poi verso quella interna.

Il consiglio, tuttavia, è quello di non fare nulla che possa mettervi ansia o vi porti a fare cattivi pensieri, o ancora che vi porti scontrarvi con possibili convinzioni morali, credenze sociali fatte proprie o stereotipi.