Home / Salute e Benessere / Dieta dei Tre Giorni: ecco come dimagrire velocemente e senza sforzo

Dieta dei Tre Giorni: ecco come dimagrire velocemente e senza sforzo

dieta tre giorni funziona

Si sa, per perdere peso sono necessari pazienza ed impegno.

Un percorso lungo ed accompagnato da privazioni, attività fisica ed alimentazione sana.

Ma una nuova dieta, introdotta inizialmente per chi soffre di problemi cardiaci, è in grado di garantire un dimagrimento efficace e sopratutto veloce.

Si tratta della Dieta dei Tre Giorni, un regime alimentare capace di portare ad una definitiva perdita di peso.

L’unica problematica che si presenta, seguendo questo tipo di alimentazione, è il rischio di riprendere i chili persi.

Ma basta una dieta di mantenimento per raggiungere anche questo scopo.

Dieta dei Tre Giorni: di cosa si tratta?

Iniziamo con il chiarire che la Dieta dei Tre Giorni è possibile perdere, al massimo, tre chili; in un lasso di tempo così ristretto non è possibile chiedere di più. Ma in cosa consiste questo tipo di dieta?

Si tratta, in pratica, di un regime alimentare essenzialmente basato sull’apporto calorico. Le proteine impegnano non poco il nostro organismo con un processo di assimilazione che può durare anche dodici ore.

La digestione e l’assorbimento di questi elementi richiede uno sforzo maggiore del 70% rispetto alle normali attività del metabolismo.

Insomma un processo lento e faticoso che richiede non poca energia al nostro corpo.

Gli alimenti con alta concentrazione di proteine, inoltre, occupano non poco spazio negli organi deputati alla digestione come l’intestino e lo stomaco donando una sensazione di sazietà oltre che di costipazione.

E’ indispensabile tenere presente, inoltre, che l’assimilazione delle proteine comporta la produzione di scorie dannose al corpo perciò, durante questo tipo di alimentazione, è necessario bere significative quantità di acqua.

La Dieta dei Tre Giorni, inoltre, può essere seguita anche per un periodo maggiore rispetto a quello prefissato, ma solo per qualche giorno, per non arrecare danni al’organismo o, in alternativa, con una dieta di mantenimento per i quattro giorni successivi al termine della dieta.

Il menu della Dieta dei Tre Giorni

Cosa bisogna mangiare durante questi fatidici tre giorni?

Raggiungere un’effettiva perdita di peso, in soli tre giorni, è effettivamente difficile perciò attenersi ai dettami della dieta è indispensabile per raggiungere i propri obiettivi.

Cento grammi di latte scremato, di mattina, è il primo alimento da consumare.

E’ possibile bere anche una tazza di caffè, a piacere, un cucchiaino di zucchero e una fetta biscottata. Se si preferisce, è consentito consumare anche il té o l’orzo, nelle quantità preferite, con un cucchiaio di zucchero e due fette biscottate.

tazza di latte scremato

Lo spuntino della metà del mattino può essere composta da un kiwi  oppure uno yogurt magro, di 125 grammi, alla frutta.

Ed eccoci giunti al pranzo.

In questa delicata fase della giornata chi segue i dettami della Dieta dei Tre Giorni può consumare una confezione di tonno sottolio di ottanta grammi accompagnata dall’insalata oppure fagiolini.

Il tutto si accompagna ad una piccola quantità di pane, pari ad 40 grammi o un pacchetto di salatini.

Le ore pomeridiane possono essere accompagnate da un mandarino o un piccolo pezzo di cioccolata di 10 grammi.

Nelle ore serali è preferibile consumare il petto di pollo (130 grammi crudo) accompagnato dall’insalata verde con l’aggiunta di zucchine.

petto di pollo alla griglia

L’olio non può superare la quantità di un cucchiaino ed un pezzo di pane pari a 40 grammi.

Secondo giorno e terzo giorno

Il menu della Dieta dei Tre Giorni si compone, nel secondo giorno, degli stessi alimenti per la colazione e per lo spuntino di mezza mattinata.

Cambiano le cose per quanto riguarda il pranzo.

In questo caso la Dieta dei Tre Giorni prescrive sessanta grammi di formaggio light spalmabile, pomodori, fagiolini, un pezzo di pane di 40 grammi oppure un pacchetto di cracker di 25 grammi.

fetta di pane con formaggio spalmabile

Anche la cena varia.

Questo pasto si compone di una quantità di pesce pari a 140 grammi, insalata con zucchine a piacere ed un cucchiaio di olio.

Nell’ultimo, giorno prefissato per la Dieta dei Tre Giorni, la colazione è composta dagli stessi cibi dei primi due giorni.

Nel pranzo è possibile consumare un uovo con due albumi, insieme ad un’insalata che, a piacere, può essere sostituita da zucchine o fagiolini.

Il tutto si accompagna con 40 grammi di pane o un pacchetto di salatini.

Una mozzarella light di 125 grammi può essere consumata nelle ore serali insieme ad un insalata ed un cucchiaio di olio.

E per chi mangia fuori casa?

In questo caso la Dieta dei Tre Giorni prescrive un trancio di pizza a taglio di un peso che va dai 130 ai 150 grammi. Anche il pane può sostituire un pasto intero.

pizza al trancio

La quantità da consumare è pari a 50 grammi accompagnato da 30 di companatico a piacere. Il tutto con una dose di verdure, sempre a piacere.

E’ consigliato anche un cucchiaio di crusca d’avena da mangiare preferibilmente nelle ore mattutine, ma anche come spuntino durante la giornata.

Sempre i fiocchi d’avena possono comporre una piacevole bevanda con un litro di acqua filtrata. Anche in questo caso la quantità da consumare è a piacimento.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!