Home / Salute e Benessere / Come sbiancare i denti, ecco come fare in modo naturale

Come sbiancare i denti, ecco come fare in modo naturale

Sbiancare denti come fare

Un bel sorriso è importante nella società di oggi. Non solo fa apparire più belli e predisposti verso gli altri, ma dona anche sicurezza in se stessi.

La bocca insomma è davvero un elemento importante per ognuno di noi. Oltre ai denti e alla loro forma, il loro colore è senza dubbio importante per apparire al massimo in ogni momento della giornata.

Capiamo quindi come rendere più bianchi e sani i nostri denti con soluzioni semplici, economiche, oltre che fai da te. La soluzione più veloce ed efficace è senza dubbio la pulizia dei denti professionale.

Si tratta di una seduta che viene effettuata in uno studio professionale e che nel giro di un’ora permette di sbiancare la propria dentatura. Il prezzo oscilla tra i 70 e i 120 euro a seconda del trattamento scelto.

Ci sono tuttavia una serie di altre soluzioni più o meno artigianali ed economiche, ma comunque molto efficaci.

I rimedi sbiancanti al supermercato

La prima cosa che si può fare, è cercare al supermercato qualche rimedio economico. Il primo consiglio che possiamo darvi è quello di acquistare un dentifricio sbiancante.

La classica pulizia dei denti, effettuata tre volte al giorno con un normale spazzolino, è infatti fondamentale. Utilizzare un prodotto sbiancante permette di pulire e sbiancare nello stesso momento.

E’ davvero una ottima soluzione, soprattutto se si considera che il costo è simile a quello di un dentifricio classico se si approfitta di promozioni o iniziative speciali. Quasi tutte le marche di dentifricio propongono ormai soluzioni sbiancanti, che sempre più spesso si fondono con principi antitartaro, anti carie o simili.

In generale i primi risultati sono visibili dopo due settimane di utilizzo del prodotto sbiancante.

Sempre al supermercato è possibile acquistare delle bustine granulate sbiancanti, da strofinare sui denti aiutandosi con degli spazzolini multiuso con le setole in gomma.

Attenzione, perché un abuso di questi prodotti potrebbe danneggiare lo smalto e graffiare la superficie dei denti.

Usate le bustine solo come soluzione di emergenza, ad esempio prima di un evento e attenetevi sempre alla modalità di utilizzo riportata sulla confezione.

Esistono anche le striscette sbiancanti monouso. Esse sono da applicare direttamente sui denti, e quando vengono rimosse sbiancano la dentatura in modo veloce ed indolore.

Anche in questo caso, è bene attenersi alle indicazioni riportate sulla confezione, dal momento che le sostanze potrebbero intaccare e danneggiare la superficie del dente stesso.

Gli aiuti dalla natura

Anche la natura ci offre una serie di prodotti che possono davvero venirci incontro quando vogliamo sbiancare e pulire i nostri denti.

La buccia di arancia, ad esempio, è un ottimo sbiancante naturale. E’ sufficiente strofinare l’interno (quindi la parte bianca) sulla superficie dei denti per detergere la dentatura. Dieci minuti di massaggio permettono di avere risultati visibili e quasi immediati.

Una azione simile può essere effettuata anche con la fragola, da strofinare sui denti almeno due volte al mese.

La lista dei prodotti che aiutano a sbiancare i denti, non finisce qui. L’olio di oliva, ad esempio, può essere un prezioso ausilio sia per sbiancare i denti che per donare loro lucentezza.

Gli effetti sono garantiti dall’acidità dell’olio stesso che riesce ad eliminare le macchie senza danneggiare lo smalto dei denti stessi. Effetti simili sono garantiti anche dall’aceto di mele.

Deve essere più attento invece l’utilizzo dell’acqua ossigenata. Essa deve essere mescolata con del bicarbonato di sodio. E’ bene non ingerire il composto ed usarlo solo ed esclusivamente una volta al mese, per evitare di danneggiare lo smalto.

Il bicarbonato di sodio può essere utilizzato anche con della semplice acqua, ma anche in questo caso è opportuno non esagerare per non danneggiare lo smalto dei denti.

L’elenco delle sostanze sbiancanti procedere con la salvia. Questo tipo di piante contiene alcuni acidi come quello fenolico e carnosico, oltre che la salvina. Oltre ad agire come sbiancante, la salvia è anche un ottimo strumento contro l’alitosi.

Per risultati perfetti, il trattamento può essere effettuato due volte a settimana semplicemente applicando sui denti delle foglie essiccate di salvia.

Buona anche la radice di Araak da massaggiare direttamente sui denti fino a quando gli stessi non appaiono più bianchi e lisci sulla loro superficie.

Esistono anche moltissimi prodotti a base di ingredienti naturali, che regalano un bianco perfetto senza danneggiare i nostri denti; è il caso di Bio White a base di calcio e carbone attivo, in grado di eliminare qualsiasi tipo di macchia, e Dental Whitestrips, le strisce sbiancanti che vi regaleranno un sorriso perfetto in pochissimo tempo.

Insomma, esistono davvero molte soluzioni, non vi spetta che scegliere la soluzione più adatta a voi!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!