Home / Recensioni E-commerce e Servizi / WeTransfer: come funziona il servizio e ricezione di invio file?

WeTransfer: come funziona il servizio e ricezione di invio file?

Wetransfer come funziona

Inviare dei file di grandi dimensioni può essere un problema con la classica casella mail. Ma uno strumento pensato appositamente per lo scambio di una grande quantità di informazioni può rappresentare una soluzione semplice e soprattutto gratuita.

Si chiama WeTransfer ed è il servizio messo a punto già da diversi anni trasformandosi, con il tempo, nello strumento più utilizzato per l’invio e la ricezione di file molto grandi.

Si tratta di una funzione che, come detto, non prevede costi, tranne per la versione Plus e risulta estremamente semplice da utilizzare.

Per usare il servizio basta recarsi sul sito ufficiale cliccando sull’apposita finestra che consente di selezionare uno o più file. Lo scambio è consentito fino ad un massimo di due GB e non occupa spazio sulla casella di posta elettronica.ù

WeTransfer: come funziona?

Come detto l’utilizzo del servizio è estremamente semplice. Il primo passo da fare è di recarsi sul portale e accettare le condizioni di utilizzo.

Subito dopo apparirà una piccola finestra di dialogo che consente di selezionare i file da inviare via mail. Puntando in basso è possibile indicare gli indirizzi mail a cui inviare il tutto. La scritta che definisce questa opzione è “Aggiungi altri amici”.

I destinatari di un file di WeTransfer possono essere, infatti, fino a venti. Cliccando sulla voce “Trasferisci” l’utente può confermare l’operazione inviando i documenti.

Uno spazio sottostante consente di inviare un messaggio che sarà recapitato ai destinatari insieme ai documenti. I file che possono essere recapitati sono i più differenti e vanno dalle semplici foto, filmati ai documenti di testo. Insomma non ci sono particolari limiti riguardo le tipologie di file da inviare, ma solo per le dimensioni che, come detto, non possono superare il limite, comunque notevole, di 2 GB.

L’unico problema che può impedire l’invio di file è la connessione che potrebbe rallentare non poco il caricamento. Insomma in parole povere potrebbe bloccarsi la pagina.

Cosa fare in questo caso? Basta aspettare qualche minuto visto che, come detto, potrebbe trattarsi di un problema legato alla velocità della connessione internet.

Anche l’aspetto della sicurezza è soddisfacente: è necessario prestare un minimo di attenzione nel caso si sia connessi ad una rete condivisa o comunque una rete pubblica come una postazione di internet point.

Non esiste, infatti, una criptografia nel servizio gratuito perciò, in teoria, potrebbero avvenire dei furti di dati.

Come ricevere i file

Cosa bisogna fare se si riceve un file attraverso WeTransfer? Anche in questo caso le operazioni da realizzare sono molto semplici. Ai destinatari giunge una mail immediatamente riconoscibile con l’indicazione del mittente e dei file.

Cliccando sul link nella mail si verrà immediatamente rimandati al sito. Basterà digitare sulla finestra in alto a sinistra per scaricare il file in pochi istanti sul desktop o nella voce “Download” nel caso si stia utilizzando uno smartphone.

Anche chi ha inviato il file riceverà una mail nella quale viene confermato l’avvenuto recapito del file.

E’ importante tenere presente, però, il fattore del tempo. In sostanza esiste un limite prefissato per scaricare le informazioni ricevute ed è di 14 giorni: trascorse le due settimane non sarà possibile recuperare il file.

I documenti sono, infatti, conservato in una memoria virtuale non incidendo sulla memoria del proprio dispositivo.

WeTransfer Plus: la versione a pagamento

Essendo un servizio che ha un determinato costo, dovrebbe consentire l’accesso a funzioni maggiori ed in effetti è così. WeTransfer Plus permette, infatti, l’invio di file di dimensioni ben superiori ai classici 5 GB della funzione standard.

In pratica è di 20 GB il limite massimo in questo caso, sicuramente una funzione adatta per chi ha la necessità, magari per esigenze professionali, di trasferire documenti corposi.

A ciò si aggiunge un ampio margine di personalizzazione nella pagina nella quale i destinatari scaricano i file e la possibilità di usufruire ai documenti ricevuti, senza alcun limite temporale. E’ possibile, inoltre, inviare anche i video HD.

Ma è la possibilità di trasferire file con una protezione maggiore a rappresentare uno dei vantaggi di maggior rilevanza. In pratica è possibile attivare un’apposita password che protegge i documenti da eventuali furti.

Tutti i file inviati sono visionabili nella propria pagina personale senza alcuna possibilità di cancellazione da parte del sistema.

Insomma un servizio senza dubbio potenziato e che prevede un costo di 12 euro al mese da pagare attraverso la carta di credito.

Attraverso una sorta di abbonamento, l’utente può usufruire del servizio per un anno intero ad un costo pari a 120 euro, l’equivalente del 17% in meno rispetto al costo mensile.

Ma come si fa a passare a WeTransfer Plus? Basta recarsi sul sito di WeTransfer e cliccare su una finestra fissata al centro della pagina ben visibile.

Sempre dal sito ufficiale è possibile accedere ai servizi del programma per smartphone e tablet. Basta scaricare l’applicazione ufficiale ed usufruire dei servizi. E’ di 10 GB il limite massimo per l’invio di filmati ed immagini dal rullino del device.

L’operazione non necessita di registrazione.