Home / Recensioni E-commerce e Servizi / GoGoBus: cos’è e come funziona il servizio di Bush sharing nella nostra recensione

GoGoBus: cos’è e come funziona il servizio di Bush sharing nella nostra recensione

Si parla molto spesso di car sharing, mentre oggi, grazie proprio a GoGoBus, si inizia a parlare anche di bus sharing. A dire il vero, il servizio è attivo da circa 2 anni e, in questo lasso di tempo, ha raccolto tantissimi consensi e molte recensioni positive da parte di chi lo ha utilizzato.

Veniamo al dunque: di cosa tratta? Quello offerto da GoGoBus è un sistema del tutto innovativo che verte, come sottolineato, sul concetto di condivisione di un bus.

Comprensibilmente, una affermazione di questo tipo può lasciare un attimo a bocca aperta. Siamo abituati alla condivisione delle auto e, ad oggi, esistono diversi servizi che permettono di farlo, ma ancora risulta strano avere la possibilità di condividere un bus.

Di osa si tratta nello specifico e come si configura questo interessante servizio, che potrebbe tornare utile a moltissime persone? Lo vediamo da vicino.

GoGoBus: cos’è e come funziona

Ci sono dei punti focali da prendere in considerazione. Partiamo con il dire che stiamo parlando di un servizio di bus sharing.

In parole povere, 30 persone possono decidere di condividere un bus, pagando una somma della cifra necessaria per il noleggio del mezzo. Questa vuole essere una valida alternativa, economica e, soprattutto, abbastanza eco-friendly, ai mezzi di locomozione più classici.

Come funziona? Alla base c’è una piattaforma social, che è indispensabile per la riuscita del tutto. Come detto in precedenza, il costo del noleggio si divide tra i partecipanti che decidono di condividere il bus.

Naturalmente, più viaggiatori decidono di aderire, minore è il prezzo del biglietto da pagare.

Ci sono un sito e una applicazione e, fondamentalmente, il tutto funziona in maniera molto semplice: un soggetto decide di andare in una specifica destinazione, si connette e la cerca.

Se esiste già un progetto aperto di bus sharing, si accoda o, se non esiste, può proporre la meta. Il passaggio successivo è quello della condivisione sui social, così da cercare altri viaggiatori interessati alla meta.

Più se ne aggiungono e meno si paga. Quando si raggiunge la trentesima adesione la partenza viene confermata e GoGoBus procede con il dare l’incarico a un’azienda di autonoleggio tra quelle convenzionate con l’iniziativa.

Un bus pieno, inoltre, permette di avere anche uno sconto del 40% sul prezzo iniziale.

Una formula interessante e anche molto social, che permette di viaggiare risparmiando, oltre che in compagnia. Un’idea al passo con i tempi che, quindi, riprende quella del car sharing e la traspone al bus!

Recensioni del servizio GoGoBus

Da quando è nato, sono già tantissime le persone che hanno sfruttato questo servizio. Pertanto, è possibile farsi un’idea leggendo alcune delle recensioni che sono state rilasciate!

Il servizio può portare chi lo desidera nella zona di un evento speciale, ma anche al mare, in montagna o ovunque si desideri! Un qualcosa di nuovo che si rileva essere sempre più gradito.

Viaggiare in questo modo, infatti, risulta essere anche divertente, oltre che estremamente economico e questo aspetto traspare in ogni recensione del prodotto in questione.

Vediamo, quindi, cosa hanno detto alcuni dei viaggiatori che hanno scelto GoGoBus per viaggiare nell’ultimo periodo.

Beatrice:

 “Quando ho scelto di andare da Napoli a Venezia con il bus ho iniziato a guardare un po’ le tariffe delle compagnie che offrono il servizio per questa specifica tratta. Sono rimasta sconcertata dai costi. Nella speranza di risparmiare ho approfondito la ricerca e mi sono imbattuta n GoGoBus. Il servizio era nato da pochi mesi e, devo essere onesta, sono stata un po’ titubante. Poi, però, ho fatto due conti: mi conveniva, era divertente, potevo risparmiare un bel po’ e mi sono detta perché no. Il pullman si è riempito e ho risparmiato sulla tariffa iniziale circa il 40%. Una sorpresa da molti punti di vista e, in più, ho conosciuto delle persone simpaticissime.”

Armando: 

“A parlarmi di GoGoBus è stato un collega di lavoro che da qualche mese utilizzava il servizio per alcune trasferte fuori regione. Proprio con lui ho prenotato per la prima volta: eravamo in 2 e a noi si sono aggiunte altre 28 persone. Con alcune di queste siamo ancora in contatto. Dopo aver stabilito la tratta, io e il mio collega abbiamo postato la notizia sui nostri social e in qualche gruppo di viaggiatori incalliti. Le prime prenotazioni sono arrivate qualche ora dopo. Un bel po’ di persone hanno abbracciato il progetto: tutti accomunati dalla necessità di dover andare a Torino. Abbiamo risparmiato e ci siamo anche divertiti.”

Carlo: 

“Volevo andare in montagna e la mia compagna mi ha parlato di GoGoBus, dicedomi che spesso ci sono dei pacchetti che includono anche uno skypass. Cosa si potrebbe volere di più? Abbiamo pagato poco più di 40 euro andata, ritorno e skypass!!! Ma ci pensate? Inoltre, abbiamo conosciuto anche altre coppie che viaggiavano nella nostra stessa direzione. Da ripetere!”

Si tratta di una occasione da prendere al volo, che permette di viaggiare in comodità, risparmiando e divertendosi davvero tanto! Non c’è nulla di meglio quando si decide di prendere il bus per fare uno spostamento.