Home / Diete / Dieta del supermetabolismo, come dimagrire mangiando i cibi giusti

Dieta del supermetabolismo, come dimagrire mangiando i cibi giusti

Dieta supermetabolismo come funziona

La dieta del supermetabolismo è un regime alimentare che permette in poco tempo di risvegliare un metabolismo lento attraverso azioni semplici e mirate, da eseguire direttamente a tavola. Il principio alla base è in apparenza semplice: allenare il corpo a digerire per poter mangiare meglio senza correre il rischio di ingrassare.

Per fare questa operazione è naturalmente necessario mangiare. Entriamo però nel dettaglio e analizziamo meglio cosa prevede questo tipo di dieta.

La filosofia alla base

Iniziamo dicendo che questa dieta ha ottenuto la ribalta sui giornali un paio di anni fa. Allora infatti molte famose dive di Hollywood si rivolsero alla dietologa Hailey Pomroy che migliorare la propria forma fisica. Vedere i fisici perfetti delle sue pazienti, come ad esempio Jennifer Lopez, ha dato il via ad una serie di percorsi di emulazione.

Prima oltreoceano, poi anche in Europa e in Italia infatti si è diffusa questa dieta, nelle sue diverse declinazioni. Sono dunque nati articoli, libri, linee di pensiero tutte volte ad applicare questa dieta che nasce attorno ad un principio se vogliamo semplice e basilare.

Aiuta a velocizzare il tuo metabolismo:

Garcinia Green Coffee e Colon Sweep, la nostra recensione

La dieta come accennavamo è volta a stimolare le funzioni metaboliche attraverso il consumo di alcuni alimenti definiti brucia grassi. Non è dunque una dieta che porta ad avere fame, ma al contrario a mangiare abbastanza. La dieta allena l’organismo e dunque lo porta ad accrescere le proprie funzioni metaboliche.

Come funziona

Attraverso questa dieta è possibile perdere fino ad un massimo di 8 kg in 4 settimane. Questa è infatti la durata del regime.

Ogni ciclo a sua volta viene divisa in tre momenti con obiettivi diversi. Lo step uno vede infatti come scopo il calmare gli ormoni dallo stress, la seconda fase quello di diminuire il grasso accumulato, il terzo steo invece liberare gli ormoni bruciagrasso.

Il vantaggio è che la dieta può essere seguita senza pesare gli alimenti, semplicemente assicurando al corpo almeno 5 pasti al giorno. Non si dovrà quindi per nessuna ragione rinunciare a nessun pasto, sia esso principale come colazione, pranzo, cena o secondario come spuntino e merenda.

Come accennavamo, alla base della dieta c’è la convinzione che esistano alimenti bruciagrassi capaci di stimolare il metabolismo. Per tale ragione, bisognerà favorire il consumo di carciofi, spinaci, asparagi, cavolfiore, fagioli, melanzane tra le verdure.

Sì anche alla frutta, favorendo in modo particolare mele, pere, anguria, mango, kiwi, ananas, fragole. Tra i cereali è da preferire quelli integrali, dal riso all’orzo, dalla quinoa al farro, dall’avena al miglio.

Tra le carni invece da preferire quelle bianche come manzo, tacchino e pollo. I primi 3 giorni di ognuna delle quattro settimane dovranno quindi prevedere la combinazione di questi alimenti.

Il mercoledì e il giovedì sarà invece il giorno di verdure e proteine, meglio se lesse o alla griglia. Ottimi i legumi come contorno.

Gli ultimi tre giorni della settimana prevedono invece la riassunzione di grassi, proteine e frutta con un livello glicemico ridotto. Per avere un’idea del regime, a colazione si può scegliere della frutta, così come per gli spuntini. Riso integrale, carne bianca o pesce e contorno di melanzane potrebbero essere un ottimo menù.

A differenza di altri regimi dunque, questa dieta non porta assolutamente a fare la fame. Molte pazienti alle quali è stata consigliata erano titubanti, dal momento che avrebbero paradossalmente mangiato di più con questa dieta. Nessuna paura se siete in questa situazione: il principio è proprio questo e ha funzionato su davvero moltissimi soggetti!

Da sola la dieta non basta. E’ dunque necessario fare almeno mezz’ora di movimento al giorno. Se non avete voglia o tempo di frequentare una palestra potete concedervi anche una semplice passeggiata a velocità sostenuta meglio se all’aperto. L’aria aperta infatti di per sè sembra stimolare il metabolismo, oltre che innalzare il livello del buonumore.

Scopri gli sport che aiutano a dimagrire:

Pilates, brucia i grassi e tonifichi il tuo corpo

Se invece volete allenarvi a casa potete studiare un piano personalizzato di addominali e squat, tale da definire la muscolatura e ottimizzare dunque gli effetti della dieta stessa.

A questo punto non vi resta che iniziare il vostro percorso verso il dimagrimento e il benessere.

La paura di avere fame, la necessità di sacrificare le pause pranzo con i colleghi in ufficio, il bisogno di pesare ogni alimento sono scuse ormai lontane. In sole quattro settimane potrete perdere fino ad 8 kg, perchè aspettare oltre?


error: Content is protected !!