Home / Diete / Dieta del minestrone, scopri cosa puoi mangiare per sgonfiarti velocemente

Dieta del minestrone, scopri cosa puoi mangiare per sgonfiarti velocemente

Dieta minestrone quanto dura quanti chili si perdono

La dieta del minestrone nasce oltre oceano e raggiunge in poco tempo il nostro continente con la promessa, mantenuta nella quasi totalità dei casi, di far perdere agli interessati fino ad un massimo di 5 kg in soli sette giorni di regime alimentare controllato, ma no faticoso.

Evidenziamo fin da subito che si tratta di una dieta disintossicante e non equilibrata, per tale ragione essa non deve essere seguita troppo a lungo.

Sette giorni sembrano essere sufficienti  per avere buoni risultati senza nessuna conseguenza negativa sull’organismo in generale.

Capiamo dunque insieme a questo punto caratteristiche generali, impatto sull’organismo e vantaggi di questo regime alimentare semplice, veloce ed efficace.

Caratteristiche generali

La dieta del minestrone rientra a tutti gli effetti tra i regimi ipoproteici, dimagranti e disintossicanti. I suoi effetti sono legati in primis alla diminuzione degli zuccheri e dei grassi assunti dal corpo.

Tra gli effetti della dieta abbiamo un visibile calo del colesterolo, legato alla quantità ridotta di grassi e zuccheri assunti attraverso l’alimentazione quotidiana.

Per ottenere i risultati promessi dalla dieta è fondamentale selezionare con cura verdure di stagione, optando in particolare verso quelle capaci di stimolare il metabolismo.

Aiuta il tuo corpo a sgonfiarsi velocemente:

One Two Slim, l’integratore per perdere i chili di troppo

Sì anche a frutta, yogurt, carni magre, spremute, riso integrale ma solo dopo i primi giorni di dieta. Sono invece da escludere caramelle, dolciumi, snack salati, bibite gassate, superalcolici, cocktail zuccherati.

Come sempre, è opportuno bere almeno 2 litri di acqua al giorno per facilitare il drenaggio e lo smaltimento dei liquidi. In alcuni soggetti la dieta potrebbe causare una debolezza temporanea soprattutto nella fase iniziale, per questo motivo è consigliabile far coincidere l’inizio della dieta con un periodo di riposo.

Non preoccupatevi se il primo giorno provate anche un leggero mal di testa, potrebbe essere un sintomo normale visto il cambio di regime.

Anche questa dieta da sola non è in grado di far miracoli, per tale ragione è consigliabile accostare a questo regime una adeguata attività fisica.

La soluzione migliore è senza dubbio quella di ricorrere ad attività aerobiche. Sì dunque a corsa, zumba, aerobica e attività simili. Se non avete modo o tempo di frequentare una palestra, potete ricorrere all’allenamento domestico o semplicemente ritagliare mezz’ora al giorno per fare delle lunghe passeggiate.

Quando la stagione lo permette, ricordate che è sempre preferibile praticare sport all’aria aperta. In questo modo anche lo spirito trarrà giovamento dalla sessione di allenamento.

Tonifica più velocemente il tuo corpo:

X Power, per addominali scolpiti in pochissimo tempo

Se non riuscite proprio a fare ginnastica, cercate almeno di aumentare il movimento quotidiano che accompagna ogni singola azione. Lasciate a casa la macchina o la moto e preferite la bicicletta; non chiamate l’ascensore; camminate a passo spedito…tutto aiuta a stare meglio e a dimagrire!

Il menù settimanale

A questo punto è tutto pronto per entrare nel vivo della dieta, analizzando i menù quotidiani da seguire. Iniziamo chiarendo che la colazione potrà essere selezionata tra diverse varianti: un caffè e una pera; un tè e una mela; un cappuccino da 200 ml con 1 banana; una spremuta d’arancia con una fetta biscottata integrale.

A metà mattinata, così come a metà pomeriggio, ci si potrà concedere un succo di frutta o una spremuta, in entrambi i casi si dovrà optare per prodotti senza zuccheri aggiunti.

Arriviamo così al momento del pranzo. Esso dovrà prevedere sempre un minestrone, che potrà poi essere seguito da un paio di mele o da una insalata di bietole. Gli ultimi 3 giorni di dieta – dal quarto al settimo quindi- potrete invece mangiare un vasetto di yogurt con una banana, 300 grammi di nasello al vopore com 4 pomodori medi, 150 grammi di riso con verdure.

Per cena invece potete scegliere un minestrone seguito da due pere, o da 200 grammi di patate lesse. In alternativa, potete optare per zucchine e melanzane grigliate (naturalmento con pochissimo condimento). Sì anche, dopo il minestrone, ad un frappà di latte e banana (200 ml e una banana) o a 200 gr di orata grigliata.

E’ facile notare come questa dieta non costringa alla fame, e sia anzi in grado di soddisfare l’appetito. I cinque pasti sono infatti garantiti e gli alimenti hanno un alto potere saziante. Non vi sono dunque scuse, basta solo una buona dose di volontà per iniziare subito a dimagrire.

Qualora gli attacchi di fame si facciano comunque sentire, placateli sgranocchiando una carota e bevendo una buona spremuta d’arancia.

Buon appetito e buon dimagrimento!


error: Content is protected !!