Home / Diete / Dieta ipoglicemica: cosa mangiare per diminuire la glicemia nel sangue e tornare in forma

Dieta ipoglicemica: cosa mangiare per diminuire la glicemia nel sangue e tornare in forma

Dieta ipoglicemica

Avere quantità di zucchero eccessivo nel sangue è una spia preoccupante per il nostro stato di salute. Abbassare la glicemia è essenziale per riportare le normali funzionalità del corpo e soprattutto evitare delle complicazioni che potrebbero essere davvero serie.

Come comportarsi se il livello di glucosio, nel sangue, è eccessivo? Uno dei metodi più utili e frequentemente consigliati da parte dei dottori nutrizionisti, è la dieta ipoglicemica.

Indicata da molti come la panacea contro i livelli eccessivi di zucchero nel sangue, questo tipo di dieta dimagrante, si compone di cibi molto semplici e naturali in grado di migliorare notevolmente le condizioni generali di salute.

Dalle verdure allo yogurt, gli alimenti che compongono la dieta ipoglicemica sono i più vari e particolarmente adatti alle diverse condizioni di glicemia alta.

Dieta ipoglicemica di cosa si tratta?

Come indica il nome stesso, la dieta ipoglicemica è indirizzata ad abbassare il livello di zuccheri nel sangue.

E’ indispensabile tenere presente che la quantità di glucosio nel nostro corpo deve attestarsi tra un valore minimo di 65 ed un massimo di 110 mg/dl. Un limite approssimativo quello dei 110, ma che indica la soglia oltre la quale i livelli di glicemia nel sangue diventano preoccupanti.

La dieta ipoglicemica si basa essenzialmente su due fattori: promuovere il consumo di cibi in grado di diminuire il livello di zuccheri nel sangue ed evitare gli alimenti che l’aumentano.

Tutti i cibi con un’alta concentrazione di carboidrati, ad esempio, sono responsabili dell’aumento del livello degli zuccheri nel sangue.

Stesso discorso, naturalmente, per quanto riguarda i dolci e i cibi che, in generale, apportano quantità di zuccheri eccessive.

Anche lo sport rappresenta un valido aiuto per ridurre il glucosio visto che i muscoli, se sottoposti a pressione, consumano notevoli quantità di zuccheri riducendone la concentrazione nell’organismo.

Ma quali sono i segnali della presenza di zuccheri alti?

Tra i sintomi maggiormente accostati a livelli di glicemia eccessivi, possiamo considerare la bocca secca, la sete continua, i dolori addominali, la nausea, il vomito, lo stato di agitazione, la pelle secca e con una temperatura anomala ed al di sopra della media. Ma come si compone una dieta ipoglicemica?

Dieta ipoglicemica: i cibi da consumare

Cibi concessi dieta ipoglicemicaCome detto in precedenza la dieta ipoglicemica è un tipo di alimentazione molto vario, ma che si concentra sopratutto sul consumo di verdura.

Le cicorie è, ad esempio rappresentano uno degli alimenti base, ma non solo. In una corretta dieta ipoglicemica è indicato il consumo di aglio, di cipolle e di carciofo a cui si aggiunge la mela. Si tratta, in pratica, di cibi che contengono un’alta concentrazione di fibra solubile in grado di abbattere i livello di zucchero.

A ciò si può aggiungere anche il formaggio che, soprattutto se prodotto da ruminanti d’alpeggio sarebbero capaci di diminuire sensibilmente la quantità di glucosio nell’organismo.

Realizzare un esempio di alimentazione basata sulla dieta glicemica è quindi molto semplice.

Lo yogurt può rappresentare il primo alimento da consumare, durante la colazione. Non da sottovalutare anche i fiocchi d’avena che possono essere consumati anche nel latte di mandorle. Il tutto può essere accompagnato da una mela e magari delle mandorle.

Per quanto riguarda il pranzo l’insalata può rappresentare il piatto principale.

Le nostre guide speciali: 

Come ritardare il ciclo 

Peli incarniti inguine

Le verdure da aggiungere possono essere i pomodori, la lattuga, i cetrioli e la rucola. Un altro piatto può essere il pesce, magari al vapore, ed accompagnato da un tortino di melanzane con pomodori.

Per concludere, anche in questo caso, è possibile consumare uno yogurt. Anche la cena si compone essenzialmente da verdure con un’altra insalata, una zuppa di gazpacho e magari degli spinaci; il prosciutto crudo può accompagnare il piatto.

Cosa non mangiare

Come ogni dieta accanto alle indicazioni su cosa mangiare, non possono mancare dei “divieti”. E’ il caso degli alimenti con i Cibi da evitare dieta ipoglicemicazuccheri aggiunti.

Si tratta del “nemico numero uno” per chi è alla ricerca di un regime alimentare che possa abbassare i livelli di zucchero nel sangue.

I dolci vanno quindi evitati come anche il miele oltre agli alimenti con un alto contenuto di lipidi, oltre che dosi elevate di zuccheri raffinati, come i biscotti. Nella dieta ipoglicemica è assolutamente vietato consumare snack, merendine e i gelati.

Sono da evitare anche il cioccolato, i cornetti e la marmellata. Anche gli alimenti con condimenti molto grassi ed elaborati come i tortellini, i risotti, particolari tipologie di paste come i cannelloni ripieni o anche la pizza devono essere banditi dalle nostre tavole.

Altri cibi da eliminare sono quelli con quantità significative si sali aggiunti come i cracker, i panini ad olio e la focaccia.

Nella dieta ipoglicemica è sempre preferibile consumare pasta e riso integrali affiancandoli a quantità eccessive di verdure. Anche le bevande devono essere prive di zuccheri aggiunti come nel caso di aranciata e cola.

E’ sempre preferibile bere i frullati a frutta o di verdura al naturale. Il tutto va accompagnato dal consumo di quantità significative di acqua naturale; almeno due litri al giorno.


error: Content is protected !!