Home / Diete / Dieta della banana può fare al tuo caso? Scoprilo Adesso

Dieta della banana può fare al tuo caso? Scoprilo Adesso

Dieta della banana

Da sempre considerato come uno dei frutti preferiti per grandi e piccoli, pochi sanno che la banana può essere il frutto protagonista di una dieta dimagrante.

Ebbene sì perdere peso attraverso la dieta della banana è possibile attraverso due differenti regimi alimentari.

Se attraverso la dieta della banana mattutina è possibile dimagrire attraverso un regime alimentare originale e semplice da seguire, con la dieta della banana che potremmo definire “ferrea”, è possibile perdere peso in tempi davvero ristretti.

Morning Banana Diet: di cosa si tratta?

Realizzata da un medico giapponese, la dieta della banana mattutina si è diffusa in tutto il mondo grazie sopratutto ai social network. Sono le caratteristiche nutrizionali del frutto a rendere la dieta efficace.

Con 94 kilocalorie per ogni cento grammi la banana rappresenta uno degli alimenti con un maggiore valore nutrizionale. Ma è il valore saziante a rappresentare una delle proprietà di maggiore rilievo per chi intende perdere peso.

Basta assumere questo frutto prima di pranzo per giungere a tavola meno affamati evitando, quindi, di mangiare in maniera eccessiva.

La colazione prevede l’assunzione di ben due banane oltre ad un bicchiere di acqua tiepida. In questo modo si fa un vero e proprio pieno di energia in grado di aiutarci nell’attività quotidiana.

La banana è, infatti, uno degli alimenti più energetici: assumere ben due frutti al mattino piuttosto che merendine o biscotti con zuccheri aggiunti, significa intraprendere le attività quotidiana con un piglio del tutto diverso. E per il resto della giornata?

La dieta della banana mattutina, come indica lo stesso nome, prevede la sola assunzione delle due banane alle prime ore della giornata. Per il resto della giornata è possibile seguire il regime alimentare preferito.

Per dimagrire, però, è necessario seguire delle regole basilari come non consumare la cena in orari troppo attardati, cioè oltre alle 20. Un’altra prescrizione prevede l’assunzione di quantità significative di acqua, meglio se tiepida.

Un’altra variante

Un’altra tipologia di dieta della banana che potremmo definire più stringente prevede il consumo di una banana prima di ogni pasto. Anche in questo caso la finalità è chiara: abbassare il senso di fame diminuendo il volume dei pasti assunti.

Al consumo del frutto è indispensabile accompagnare l’acqua che, come detto, va bevuto anche tiepida. La presenza di amido nella banana, inoltre, è in grado di diminuire l’assorbimento dei grassi.

E’ consigliata anche l’assunzione di dosi significative di verdure. L’abbinamento tra banane e zuppe vegetali rappresenta un ottimo metodo per depurare e sgonfiare l’organismo.

I vantaggi della dieta della banana

Fare colazione è un momento essenziale per attivare il nostro organismo e consumare un pasto composto integralmente da un frutto nutriente e sano, come la banana, significa partire con il piede giusto. Attivare il metabolismo già durante la prima ora permette di bruciare i grassi con maggiore efficienza.

L’aggiunta di acqua, inoltre, aiuta ad idratare le fibre della banana aumentando ulteriormente il senso di sazietà tipico della banana.

La dieta della banana, inoltre, è in grado di garantire un aiuto importante alla digestione accelerando il transito intestinale ed evitando la fermentazione degli zuccheri. A ciò si aggiunge la presenza dei polifenoli, molto utili per limitare il processo di ossidazione e quindi limitare l’azione dei radicali liberi.

La dieta della banana “per sportivi”

Si tratta, in questo caso, di un regime alimentare quasi del tutto privo di proteine e grassi e quindi notevolmente ristretto.

Attraverso la dieta della banana è infatti possibile perdere dai due ai tre chili in soli quattro giorni, anche se, essendo un tipo di alimentazione molto rigido, è assolutamente sconsigliato prolungarlo per un periodo maggiore, per lo stress che ricade inevitabilmente sul fisico.

Ma quali sono gli alimenti da consumare?

Il primo giorno è possibile assumere un frullato con latte scremato e banane. Al frutto è possibile aggiungere delle noci o mandorle. Lo spuntino di metà mattina si compone, anche in questo caso, di una banana. E sempre il frutto rappresenta il primo alimento che “apre” il pranzo. Subito dopo è possibile mangiare uno yogurt di 125 grammi con quattro cucchiai di muesli.

Nel pomeriggio la dieta della banana prevede un altro yogurt magro oppure tè o caffè non zuccherati. Anche la cena inizia con una banana a cui aggiungere una ricotta di cento grammi e una fetta di pane integrale.

Il menu nei giorni seguenti

La colazione, nel secondo giorno, si compone di una banana e di un bicchiere mentre nello spuntino è sufficiente consumare una semplice spremuta di arancia accompagnata da una banana.

Il pranzo, molto simile alla colazione, prevede una banana con un bicchiere di latte ed, ancora una volta, una premuta di arancia. Nello spuntino pomeridiano è indicato il consumo di una banana oltre ad un’arancia. Il tutto accompagnato, a scelta, da un tè o caffè purché non zuccherato. Una banana ed una buona verdura è indicata nelle ore serali.

Durante il terzo giorno della dieta della banana cambia il menu al pranzo con la banana che può essere accompagnata a 100 grammi di fiocchi di latte e un’insalata. La cena si compone di due uova sode e verdura.

Nel quarto giorno è previsto il consumo di un frutto, a scelta, purché di stagione mentre la cena si compone di cento grammi di carne di tacchino ai ferri con verdura a volontà.

 


error: Content is protected !!