Home / Come fare / Come aprire le ostriche e mangiarle con gusto

Come aprire le ostriche e mangiarle con gusto

Come aprire le ostriche

Le ostriche sono tra i cibi più prelibati del mondo, il loro gusto e molto particola, e solitamente questa vanno mangiate a crudo, accompagnate con del limone o dello champagne.

Le ostriche che prima avevano un costo al quanto proibitivo, oggi in alcune regioni d’italia il loro prezzo è diventato più abbordabile e scegliere di gustare un’ostrica con una persona speciale può essere un’ottima idea, naturalmente se si sa come aprire le ostriche.

L’ostrica dev’essere aperta a mano, perché va gustata cruda, anche se esistono pranzi in cui si decide di servire le ostriche cotte ad esempio gratinate. In qualunque caso, bisogna cercare di aprirle senza rompere il guscio in mille pezzi, perché questo danneggerebbe il sapore dell’ostrica.

Per aprire le ostriche crude si possono usare due metodi, ed una volta che ci prenderete la mano, diventerà sempre più semplice aprirle. L’unica accortezza nell’acquisto delle ostriche e di scegliere sempre una pescheria di fiducia assicurandosi che queste siano freschissime.

Come aprire le ostriche dalla valvola

Il Primo metodo per riuscire ad aprire le ostriche, è quello che viene maggiormente utilizzato. Innanzi tutto, bisogna pulire le ostriche, per pulirle bisogna munirsi di guanti resistenti, solitamente si utilizza un guanto in maglia d’acciaio inossidabile.

Se non lo avete vi consigliamo di acquistarne uno, perché le ostriche sono molto taglienti, e potreste farvi molto male.

Per pulirle, prendete uno strofinaccio da cucina e tenetelo in mano, dopo di che prendete l’ostrica con la mano sinistra, e con un coltello da ostrica, raschiate il guscio per riuscire a pulirla al meglio. Una volta che il guscio dell’ostrica sarà bello lucente, potete procedere all’apertura dell’ostrica.

Prendete un coltello per le ostriche, individuate la zona delle cerniera di ripresa dell’ostrica, questa si trova sulla punta del mollusco. Cercate di addentrare il coltello all’interno della cerniera e una volta riuscitici, con mano ferma cercate di torcere il coltello prima verso destro e poi verso sinistra. In questo modo riuscirete ad aprire l’intera ostrica senza rovinare il guscio.

La cosa più importante e riuscire a fare questi movimenti con estrema decisione. Adesso una volta aperta l’ostrica, eliminate la sabbia dall’interno del guscio, dopo di che, distaccate nel caso in cui sia necessario, la parte del mollusco attaccata alla valva superiore.

Come aprire le ostriche incidendo il lato del mollusco

Un altro metodo per riuscire ad aprire le ostriche in modo più veloce, prevede sempre la pulizia del guscio dell’ostrica, dopo di che prendete l’ostrica nella mano sinistra, e il coltello nella mano destra.

Leggi anche:

Come pulire le vongole

Adesso invece d’incidere l’ostrica dalla valvola sulla punta dell’ostrica, dovete prendere il coltello e incidere sul lato dell’ostrica. Una volta inserito il coltello dovrete fare un unico movimento a torsione cercando di staccare in un solo colpo le due valve senza distruggerne il guscio.

Come servire e mangiare le ostriche

Per servire le ostriche crude infine, prendete un vassoio d’acciaio, mettete del ghiaccio sul vassoio. Il ghiaccio meglio se tritato, poi fatto ciò ponete le ostriche sul piatto con il ghiaccio e servite in tavola.

Molti sono concordi sul fatto che le ostriche non debbano essere gustate con un condimento di qualunque genere, per riuscire ad apprezzare al massimo il gusto puro dell’ostrica.

Per andare incontro a tutti i gusti, però, potete scegliere di mettere in tavola insieme alle ostriche del limone a spicchi, una vinaigrette, dell’aceto di mele, dell’aceto balsamico o della salsa piccante. Inoltre servite le ostriche anche con dell’ottimo champagne, perché molti amano mangiare l’ostrica versandogli dello champagne all’interno del guscio prima di riuscire a gustarla.

Preparare le ostriche per essere cotte, prevede lo stesso processo per la pulizia e di apertura dell’ostrica. Dopo aver fatto ciò potete riuscire a cuocere le ostriche in vari metodi. Il più utilizzato è sicuramente quello per la cottura al vapore.

Per la cottura delle ostriche al vapore, prendete la vaporiera versate l’acqua nell’apposito contenitore, dopo di che,l posizionatela sul piano della vaporiera e lasciatele cuocere per circa venti minuti. Oltre alla cottura a vapore, potete scegliere di gustare le ostriche anche a mezzo guscio crude ma con un condimento a caldo.

I condimenti migliori a caldo sono sicuramente quelli a base di burro come: burro fuso aromatizzato all’aglio, burro fuso alla salsa di soia, burro con scalogno e prezzemolo, e infine potete assaporarle con della salsa barbecue. Infine, anche se questa è un’azione al quanto snaturata, le ostriche si possono friggere.

Per farlo dovete sgusciare completamente l’ostrica, preparare un’impanatura immergendole prima nell’uovo e poi nella farina, e infine nuovamente nell’uovo e poi nel pangrattato.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!